Home / Perché dovresti eseguire l’aggiornamento a Microsoft Exchange Server 2019?

Home / Perché dovresti eseguire l’aggiornamento a Microsoft Exchange Server 2019?

Perché dovresti eseguire l’aggiornamento a Microsoft Exchange Server 2019?

smartphone portatile

Microsoft Exchange Server è la piattaforma di posta elettronica, calendario, contatti, pianificazione e collaborazione di Microsoft. Viene distribuito sul sistema operativo Windows Server (SO) per uso aziendale. Nel 2018 è stato rilasciato Exchange Server 2019. Questo blog ti spiega perché dovresti eseguire l’aggiornamento alla versione più recente.

Nuove funzionalità di Microsoft Exchange Server 2019

Exchange Server 2019 presenta alcune novità rispetto al 2016. Di seguito puoi leggere quali sono le funzionalità più interessanti.

 

1. Database di Metachache

La funzionalità MCDB migliora il motore del database Exchange esistente per supportare unità più grandi (JBOD fino a 16 TB) e unità SSD per lavorare insieme e fornire migliori prestazioni complessive. Le unità più grandi memorizzeranno comunque i database delle cassette postali e, se si aggiungono SSD, memorizzeranno le meta informazioni sulle cassette postali di Exchange come la struttura delle cartelle delle cassette postali, i metadati degli elementi o anche piccoli oggetti. Ciò garantisce tempi di accesso più rapidi, tempi di risposta più rapidi e meno latenza, il che è particolarmente importante se si hanno molti utenti in modalità online di Outlook, in un ambiente di infrastruttura desktop virtuale (VDI). Se si desidera utilizzare MCDB, la raccomandazione generale è di aggiungere 1 unità SSD ogni 3 unità JBOD.

Non è necessario aggiungere SSD al proprio ambiente se si prevede di utilizzare i database di Exchange allo stesso modo di Exchange 2016. Tuttavia, non sarà possibile utilizzare la funzionalità MCDB.

 

2. Cache del database dinamico (DDC)

Nelle versioni precedenti di Exchange, a ogni database di Exchange, montato attivamente o passivamente, veniva assegnata la stessa quantità di memoria cache da Exchange. DDC ora alloca più memoria cache ai database attivi e riduce la memoria dei database passivi.

Poiché i database attivi ricevono più memoria, ciò significa che una parte maggiore del database viene memorizzata nella cache. Pertanto, verranno eseguite più letture del database utilizzando la memoria in modo che le prestazioni complessive siano migliori. Inoltre, ogni volta che si verifica un failover, la memoria del server viene riallineata automaticamente, regolando dinamicamente l’utilizzo della memoria in tutti i database attivi.

 

 

3. L’indice di ricerca ora fa parte della casella di posta

Da Exchange 2007, l’indice di ricerca di Exchange è disponibile nei database delle cassette postali. L’indice di ricerca viene copiato dal database attivo al nuovo database durante la creazione di un nuovo database su un server Exchange. Exchange 2016 CU3 o versioni successive ha creato l’indice di ricerca direttamente sulla copia passiva, quindi non è necessario copiarlo dal database attivo.

Exchange 2019 ora modifica questo comportamento e sposta l’indice di ricerca dalla propria cartella sul server Exchange alla cassetta postale che utilizza. Il vantaggio è evidente: gli aggiornamenti dell’indice di ricerca vengono replicati automaticamente in tutti i database di Exchange delle copie della cassetta postale. Pertanto, i tempi di failover del database dovrebbero diminuire durante il failover e l’architettura di ricerca è più veloce e più affidabile.

Sono finiti i giorni in cui un indice di ricerca corrotto ti impediva di attivare un database passivo.

 

4. Supporto per Windows Server Core

Ora puoi anche installare Exchange Server 2019 su Server Core. Questa era una funzionalità mancante che molti utenti desideravano da Exchange 2010 Remote PowerShell. Otto anni dopo, la funzione è qui. I due vantaggi di Server Core sono evidenti: ridurre l’ingombro della memoria di Exchange e ridurre la superficie di attacco in generale. Negli ultimi anni, la potenza dell’hardware è aumentata notevolmente e fortunatamente sono stati identificati meno casi di hack di Exchange Server. Per garantire la massima sicurezza possibile, si consiglia di installare Exchange Server su Server Core.

 

Leggi di più sulle ultime funzionalità di Exchange Server 2019 qui.

Acquista licenze Microsoft Exchange Server economiche

Stai cercando una licenza Microsoft Exchange Server economica? Softtrader è uno specialista in licenze Microsoft di seconda mano, che ti fanno risparmiare fino al 70% sul nuovo prezzo. Softtrader offre Microsoft Exchange Server 2010, 2013, 2016 e 2019. Curiosi del prezzo? Richiedi subito un preventivo.

Avete domande? Contattaci!

Per ulteriori informazioni su quali software e licenze Microsoft sono più adatti a te, contattaci. Siamo disponibili dal lunedì al veneridì, dalle 9:00 alle 17:00.